Nuova sede Informagiovani

L’ufficio Informagiovani del Comune di Falconara M.ma rimarrà chiuso da martedì 19 a sabato 23 gennaio 2016 causa trasloco. La nuova sede sarà ubicata all’interno del Centro Culturale Pergoli – Sala Gialla, con i seguenti orari di apertura: martedì dalle 9.30 alle 13.30 – mercoledì dalle 14.30 alle 18.30 – venerdì dalle 14.30 alle 18.30 – sabato dalle 9.30 alle 13.30

CARMINE FARACO - SERATA CABARET - sabato 10 gennaio 2015

Carmine Faraco potrebbe sembrare un cinico ma non è così. Dietro la sua faccia così espressiva, da attore vero, c’è tutta la passione per il lavoro che da una vita porta avanti con successo. Napoletano di origine e romano di adozione, Faraco sul palco tradisce l’altro suo grande amore: quello per la musica.
Vederlo snocciolare brani dagli anni ‘50 ad oggi è un vero piacere e ascoltare il modo in cui mette a nudo la fragilità dei testi e i paradossi contenuti nei brani è un qualcosa che fa bene al cuore.
“Un laboratorio della risata”, si può riassumere in quattro parole la definizione migliore per lo spettacolo di Faraco: monologhi, canzoni, imitazioni, battute, barzellette, freddure. Un mix micidiale per le coronarie del pubblico così felice nell’essere coinvolto nelle gag o nei cori delle canzoni italiane più famose. Carmine è un vero portento: ogni testo viene scomposto con un’attenta analisi logica e grammaticale che mette in evidenza la debolezza della struttura portante. E non c’è cosa più divertente che ridere dei propri miti

LUCIA FRABONI - SFRECCIA ROSSA - sabato 21 febbraio 2015

Viaggio assai poco raccomandabile sulla TAV (Tratto Ancona-Vologna)

spettacolo comico di Lucia Fraboni
con la partecipazione di Francesco Favi
e con Stefano Ranucci e Alessandro Cupido
regia di Mauro Bricca

Lungo la “TAV” (Tratto Ancona-Vologna), salgono vari personaggi femminili e maschili decisamente strampalati, ognuno con una sua storia, ma tutti disturbano un viaggiatore che deve arrivare a Bologna e vorrebbe solamente gustarsi il suo libro in santa pace. Non potrà leggere che poche righe, disturbato in continuazione da una galleria umana tanto improbabile quanto esilarante. Buon viaggio!
Lucia Fraboni, nella vita insegnante di Lettere alle scuole superiori, coltiva da sempre la sua passione per la scrittura di testi comici e la recitazione.
Voce storica della radiofonia marchigiana, dalla metà degli anni Ottanta ha condotto programmi per Radio Blu, Radio Onda Libera, San Marino RTV (RAI), Arancia Network. Finalista e vincitrice di numerosi concorsi di cabaret in tutta Italia, è stata anche voce pubblicitaria e doppiatrice sulle reti nazionali. Da anni è impegnata come attrice comica in numerosi locali e teatri della regione Marche con spettacoli dal vivo di cui è ideatrice, autrice ed interprete. Accanto alla sua storica spalla artistica Francesco Favi, propone una ricca galleria di personaggi comici, gags e parodie di canzoni divenute molto note presso un vasto pubblico.

KLEDI KADIU / BALLETTO DI ROMA - CONTEMPORARY TANGO - giovedì 19 marzo 2015

Balletto di Roma- Consorzio Nazionale del Balletto
direzione artistica Walter Zappolini

coreografie Milena Zullo
musiche Francisco Canaro, Lucio Demare, Juan D’Arienzo, Carlos Gardel,
Astor Piazzolla, Osvaldo Pugliese, Anibal Troilo, Angel Villoldo
maître de ballet e assistente alle coreografie Piero Rocchetti
scene e costumi Giuseppina Maurizi
light designer Emanuele De Maria
coreografia e regia Milena Zullo

Con un uso del linguaggio contemporaneo, e con la presenza di una star di indiscussa bravura e popolarità come Kledi Kadiu, Contemporary Tango racconta il tango sociale. Vissuto non più solo come un ballo con i suoi passi tipici, il tango diventa ‘genere globalizzato’ e la narrazione di un modo di sentire diffuso che ormai attraversa tutti i continenti.
L’opera creata per il Balletto di Roma esplora una nuova contaminazione tra il linguaggio contemporaneo ed il “minimalismo” dell’incontro tra corpi che parlano di tango: incontro fra un linguaggio popolare e sociale con quello più ricco e colto del balletto. Lo spettacolo narra l’abbraccio del tango, dentro il quale si colmano bisogni, aspettative, sogni, desideri e oblii. Un abbraccio che ognuno arricchisce portandovi la memoria della propria vita rimasta tracciata nel suo corpo.
Attraverso un rito che si consuma sempre e ovunque uguale attraversando il tempo, la sala da ballo – la Milonga – detta il codice di comportamento mediante il quale il ballo prende forma. L’uomo e la donna si ritrovano superando ogni confine in un mistico abbraccio, ritrovando in se stessi virilità e femminilità.

BALLETTO DI ROMA
Nasce nel 1960 grazie al sodalizio artistico di due icone della danza italiana: Franca Bartolomei, prima ballerina e coreografa dei principali enti lirici italiani e di realtà straniere e l’étoile Walter Zappolini, dal 1973 al 1988 direttore della Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma. In oltre cinquant’anni di vita, il Balletto di Roma ha visto il susseguirsi di prestigiose collaborazioni e molteplici anime creative, ma indubbiamente il suo profilo artistico attuale è il frutto dell’incontro con il prestigioso Balletto di Toscana e della sinergia con Cristina Bozzolini per ben sette anni dal 2001. Nuove e originali coreografie, firmate da artisti italiani già affermati nel panorama della danza contemporanea, segnano l’inizio di questo nuovo e ulteriore percorso artistico, facendo crescere l’attività sia in termini di quantità delle opere allestite che per varietà, grazie alle prestigiose collaborazioni con artisti come Andre De La Roche, Raffaele Paganini, Monica Perego.

MICHELE PLACIDO - SERATA D’ONORE- sabato 18 aprile 2015

con Gianluigi Esposito, canto e Antonio Saturno, chitarra

L’amore è il tema centrale dello spettacolo itinerante che Michele Placido sta portando in scena dalla scorsa estate con grande successo di pubblico. Il musical-teatrale Serata d’onore che vede insieme Placido, intento nel recitare magistralmente alcuni dei più bei passi poetici e versi dedicati all’amore, Gianluigi Esposito ed il maestro Antonio Saturno, voce meravigliosa il primo e sapiente chitarra il secondo, vede protagonista la musica napoletana da Sergio Bruni a Sergio Endrigo, e la poesia da
Dante a Montale, passando per D’Annunzio e Neruda. Con classici intramontabili e amati da tutte le generazioni come “Reginella”, “A Tazz’e caffé” oppure “O Surdato ‘Nnammurato” e con poesie fra le quali “Ho sceso dandoti il braccio almeno un milione di scale” e passi dalla Divina Commedia, il noto attore pugliese accompagnerà il pubblico verso il suo ideale percorso sull’amore omaggiando i suoi autori preferiti.